La gestione del comparto è volta a realizzare, con elevata probabilità, rendimenti che siano almeno pari a quelli del TFR, in un orizzonte temporale pluriennale. La presenza della garanzia di capitale consente di soddisfare le esigenze di un soggetto totalmente avverso al rischio. Coloro che aderiscono in via tacita, come previsto per legge, vedranno investiti i flussi di Tfr in questo comparto.

In caso di “Rendita integrativa temporanea anticipata” (RITA), salvo diversa scelta dell’aderente, la porzione della posizione individuale di cui si chiede il frazionamento verrà fatta confluire in questo comparto.

Tale comparto offre agli iscritti la garanzia sul capitale versato nel comparto (al netto di eventuali anticipazioni non reintegrate e riscatti parziali), al netto delle spese di iscrizione, delle spese direttamente a carico dell’aderente e delle spese per l’esercizio di prerogative individuali, fino al 31/12/2022 ovvero, entro tale data, al verificarsi di uno dei seguenti eventi:

  • esercizio del diritto alla prestazione pensionistica complementare;
  • pensionamento nel regime obbligatorio di appartenenza;
  • decesso;
  • invalidità permanente che comporti la riduzione della capacità di lavoro a meno di un terzo;
  • inoccupazione per un periodo superiore a 48 mesi;
  • anticipazione della posizione individuale;

Inoltre, per ciascun contributo mensile versato, alla scadenza e nei suddetti casi, viene  garantito il consolidamento dei rendimenti positivi, determinati in base al valore della quota di fine anno, qualora i valori di quota riferibili ai singoli versamenti siano inferiori.

Il comparto è adatto a coloro i quali hanno di fronte a sé un orizzonte temporale di investimento di massimo 5 anni in quanto presenta un grado di rischio basso.
La gestione è realizzata prevalentemente con strumenti finanziari di natura obbligazionaria di breve/media durata. Sulla base delle valutazioni del gestore sul merito creditizio dell’emittente, potranno essere  effettuati investimenti in titoli di debito aventi rating inferiore ad “investment grade”, ma non inferiore a BB- (S&P) e Ba3- (Moody’s) ed investimenti in titoli di debito corporate di nuova emissione momentaneamente privi di rating, entro il limite massimo del 5% del patrimonio affidato in gestione. In relazione a tali titoli il gestore fornisce una informativa mensile. 

Parametro di riferimento (Benchmark): 20% BofA Merril Lynch Euro Government Bill Index, 55% JPMorgan Investment Grade 1-3 Years Index, 20% BofA Merril Lynch Emu Corporate 1-3 Years Index, 5% MSCI Daily Net TR Europe .

 

Costi del comparto

Rendimenti del comparto

Valori quota del comparto